Metapia Deep Water eXplorers
Ti stai collegando Al Forum Md-X Unified Team
Metapia Deep Water eXplorers

Training,Exploring and Fun
 
IndiceIndice  RegistratiRegistrati  Accedi  
Novembre 2019
LunMarMerGioVenSabDom
    123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930 
CalendarioCalendario
Ultimi argomenti
» Sono il primo!
Attrezzatura:L'erogatore EmptyGio 06 Set 2018, 18:59 Da Fabio

» Presentazione
Attrezzatura:L'erogatore EmptyMer 20 Ago 2014, 11:32 Da MichelePisanu

» Scooter subacqueo
Attrezzatura:L'erogatore EmptyLun 31 Mar 2014, 19:20 Da ombra

» mi presento
Attrezzatura:L'erogatore EmptyDom 13 Ott 2013, 12:09 Da l.roby

» ...ed ora anche il manifold...
Attrezzatura:L'erogatore EmptyDom 06 Ott 2013, 17:51 Da eve

» nuovo iscritto
Attrezzatura:L'erogatore EmptyDom 22 Set 2013, 13:28 Da Admin

» nuovo iscritto
Attrezzatura:L'erogatore EmptyDom 22 Set 2013, 13:28 Da Admin

» Carlo è qui e vi saluta tutti!
Attrezzatura:L'erogatore EmptyDom 22 Set 2013, 13:27 Da Admin

» ciao a tutti
Attrezzatura:L'erogatore EmptyMar 30 Lug 2013, 22:59 Da Marco V

» Torcia stile DIR
Attrezzatura:L'erogatore EmptyLun 17 Giu 2013, 12:36 Da z.luca

Friends Team TDI/SDI

 

 

Md-X UTeam Magazine


Condividi
 

 Attrezzatura:L'erogatore

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Giancarlo Casale
Admin
Admin
Giancarlo Casale

Maschio
Numero di messaggi : 2141
Età : 58
Data d'iscrizione : 02.12.08

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyVen 20 Feb 2009, 12:35

Gli erogatori sono una delle parti piu' importanti del Corredo del Subacqueo per questo ,in questo piccolo articolo vogliamo descrivere i tipi di erogatori e le loro caratteristiche principali per permettere al sub insieme al suo istruttore di poter scegliere un prodotto migliore.
Da quando nel 1942 Cousteau e Gagnan, inventarono il primo erogatore chiamato monostadio di passi se ne son fatti fino ai nostri giorni...

Ma cosa e' un erogatore??


Un erogatore e' un componente in grado di abbassare la pressione della mix della bombola da alta pressione (circa 200 Ata) in una pressione intermedia(circa 7-11 Ata) fino a renderla respirabile dal Sub.
Se questa Riduzione viene fatta in un sol colpo l'erogatore e' chiamato Monostadio se invece viene fatta da due dispositiviti viene chiamato Bi-stadio ed e' quello di cui ci occuperemo in quanto i monostadio non li costruiscono piu.

Un erogatore e' composto da due stadi ..un primo stadio che serve per abbassare l'altissima pressione della bombola in una pressione intermedia e poi c'e' il secondo stadio che abbassa ulteriormente la pressione da quella intermedia a quella ambiente e fa in modo che a qualsiasi profondita' i nostri polmoni abbiamo lo stesso volume.

I primi Stadi si suddividono in Bilanciati e non Bilanciati




Nei primi stadi non bilanciati la pressione della bombola spinge una superfice che crea una spinta X e crea una pressione intermedia Y ,man mano che la pressione della bombola diminuisce ,diminuisce anche la sua spinta sulla superfice creando una spinta X-N e creando una pressione intermedia Y-N ecco perche nei primi stadi non bilanciati man mano che si consuma la mix lo sforzo inspiratorio aumenta...

Figure 1^ stadi Non Bilanciati

Attrezzatura:L'erogatore Tech0211Attrezzatura:L'erogatore Tech0212



Questo effetto e' stato corretto in quelli Bilanciati ,perche' in questi ultimi la pressione non spinge una superfice ,ma entra in un pistone che ha il gambo a sezione cava; di conseguenza l’aria scorre liberamente nel gambo del pistone; perciò l’erogazione è indipendente dalle variazioni dell’alta pressione.


Fig.1^ Stadi Bilanciati

Attrezzatura:L'erogatore Tech0410Attrezzatura:L'erogatore Tech0310




I primi Stadi oltre ad avere la caratteristica di Bilanciato O non Bilanciato puo' essere a Membrana o a Pistone.


Membrana
Molto semplicemente, per quanto riguarda i primi stadi a membrana possiamo dire che innanzi tutto sono a camera secca (al contrario dei pistone che vengono bilanciati per effetto diretto dell’acqua sulla molla del pistone) cioè nulla dell’interno viene a contatto con l’acqua, c’è appunto una “membrana” che separa la molla che bilancia la pressione interna dall’acqua, questo garantisce una maggiore durata nel tempo. Per quanto riguarda il funzionamento, è sostanzialmente simile a quello spiegato da Giancarlo, se poi volete sapere come funziona più nel dettaglio a livello tecnico ne possiamo parlare Attrezzatura:L'erogatore Icon_wink .

Iperbilanciato

L’iperbilanciato è un primo stadio in grado di inviare al secondo stadio molta più aria rispetto a qualsiasi altro primo stadio, con prestazioni che non risentono minimamente delle variazioni di pressione della bombola. L’iperbilanciamento pneumatico permette di utilizzare componenti più
leggeri e sensibili, con il risultato di rispondere immediatamente alle richieste d’aria da parte del subacqueo e di poter offrire istantaneamente ingenti flussi d’aria, anche quando la pressione della bombola è minima. Nelle fasi finali dell’immersione, quindi, il subacqueo si trova a respirare da un
erogatore ancora più performante e questo è l’ideale durante la risalita o le soste di decompressione. (A mio modesto parlare è impercettibile la differenza tra bilanciato e iperbilanciato)

Servoassistiti

Erogatori servoassistiti. Erroneamente considerati "upstream", gli erogatori con secondo stadio con valvola servoassistita sono dei sistemi con elevate prestazioni di erogazione e affidabilità, grandi portate d’aria e semplicità di costruzione. Il più conosciuto è il "Jetstream" della svedese Poseidon che è ormai diventato un modello e di conseguenza un modo per definire tutti gli erogatori di questo tipo. In particolare, il primo stadio Poseidon si avvale di un sistema a membrana con valvola di alta pressione conica inox battente su una pastiglia di teflon; la camera d’espansione, che ospita della membrana, funziona anche da taratura. Il secondo stadio, come già detto, è servoassistito. L’aria proveniente dal primo stadio passa attraverso una valvola espandibile ed un condotto che termina con una servovalvola, non trovando sfogo (nel momento in cui il sub non respira) l’aria riempie tutto il condotto ed espande la valvola, la quale andrà ad occludere dei fori collegati alla stessa scatola del secondo stadio, quindi direttamente al boccaglio. Quando il sub compie l’atto inspiratorio creerà una variazione della pressione all’interno della scatola, il sistema sbilanciato consentirà alla valvola di collassare e quindi aprire il condotto che porta aria al subacqueo. Questo sistema consente di muovere masse d’aria notevoli (1.500 litri al minuto) con uno sforzo minimo d’apertura da parte del subacqueo a qualsiasi profondità. Un erogatore con queste portate d’aria e con questo sistema di secondo stadio deve avere dei sistemi di sicurezza da sovrapressione.


Dettagli tecnici presi da scubapro per quanto riguarda l'iperbilanciamento (visto che se non erro è un sistema inventato da loro) e poseidon (per quanto riguarda i dati della struttura tecnica)

_________________
Giancarlo Casale

Md-X Team Leader


Ultima modifica di Giancarlo Casale il Mar 09 Feb 2010, 17:50, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Nannib
Md-X member
Md-X member
Nannib

Maschio
Numero di messaggi : 136
Età : 49
Data d'iscrizione : 28.12.08

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyVen 20 Feb 2009, 22:07

bello! ben spiegato....semplice, sintetico e con le immagini giuste...attendo tutto su: iperbilanciato, membrana e jetstream Wink
Torna in alto Andare in basso
http://www.nannibassetti.com/dblog
reato
Membro Elite Md-X
Membro Elite Md-X
reato

Maschio
Numero di messaggi : 344
Età : 50
Data d'iscrizione : 01.12.08

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyMer 15 Apr 2009, 15:51

frio ha scritto:
MembranaMolto semplicemente, per quanto riguarda i primi stadi a membrana possiamo dire che innanzi tutto sono a camera secca (al contrario dei pistone che vengono bilanciati per effetto diretto dell’acqua sulla molla del pistone) cioè nulla dell’interno viene a contatto con l’acqua, c’è appunto una “membrana” che separa la molla che bilancia la pressione interna dall’acqua, questo garantisce una maggiore durata nel tempo. Per quanto riguarda il funzionamento, è sostanzialmente simile a quello spiegato da Giancarlo, se poi volete sapere come funziona più nel dettaglio a livello tecnico ne possiamo parlare Wink .
...............

Mi sembra che tu stia parlando di quegli erogatori che hanno la "protezione" ambientale" contro il freddo.
In un erogatore a membrana normale l'acqua bagna la molla che sta sopra la membrana.
Torna in alto Andare in basso
http://www.filoariannadive.com
frio
Aspirante Membro Md-X
Aspirante Membro Md-X
frio

Maschio
Numero di messaggi : 10
Età : 32
Data d'iscrizione : 15.04.09

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyMer 15 Apr 2009, 17:41

Si hai ragione esistono quelli a membrana senza la camera secca in cui la molla sta a contatto con l'acqua, ma comunque la membrana svolge un ruolo di protezione nei confronti dell'interno del primo stadio dove c'è lo spillo. Appena ho un pò più di tempo vedo di postare con precisione le descrizioni con i vari dettagli tecnici dei vari tipi di erogatore in modo da non lasciare dubbi. Wink
Torna in alto Andare in basso
http://www.diversalento.it
antonio_alba
Membro Permanente Md-X
Membro Permanente Md-X


Maschio
Numero di messaggi : 206
Età : 50
Data d'iscrizione : 12.01.09

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyMer 15 Apr 2009, 22:02

[quote="frio"]MembranaMolto semplicemente, questo garantisce una maggiore durata nel tempo. Wink .

Non credo che chi usa il membrana pittosto del pistone lo faccia perchè dura di più.
Normalmente hanno portate d'aria inferiori rispetto ai pistoni e meccanicamente sono più delicati, ci si giuca tutto su di uno "spillo" Very Happy.
Di solito si usano soffrono meno il freddo, ma penso che se dovesse partire il 2° stadio si congelerebbero anche loro, si usano per immersioni in acque "contaminate", presenza di idrocarburi,solventi ecc. quelle dei potri per interderci, oppre dove vi sia molta sospensione o possibilità che fango e pietruzze entrino a rigare, danneggiare, bloccare il pistone /molla/OR.
Di soltito il membrana è infatti usato nella speleologia subacquea.
Certo per molti hanni il pistone l'ha fatta da padrone proprio per la sua semplicità ed affidabilità, ma ultimamente il membrana ha fatto notevoli passi avati anche a livello prestazionale
Di certo ha dalla sua la compattezza del 1° stadio che può +/- interessare alla maggioranza dei sub.
Torna in alto Andare in basso
http://www.ndronico.it
marsalasub
Aspirante Membro Md-X
Aspirante Membro Md-X
marsalasub

Maschio
Numero di messaggi : 10
Età : 47
Data d'iscrizione : 08.02.10

Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore EmptyMar 09 Feb 2010, 16:45

Servoassistiti

Erogatori servoassistiti. Erroneamente considerati "upstream", gli erogatori con secondo stadio con valvola servoassistita sono dei sistemi con elevate prestazioni di erogazione e affidabilità, grandi portate d’aria e semplicità di costruzione. Il più conosciuto è il "Jetstream" della svedese Poseidon che è ormai diventato un modello e di conseguenza un modo per definire tutti gli erogatori di questo tipo. In particolare, il primo stadio Poseidon si avvale di un sistema a membrana con valvola di alta pressione conica inox battente su una pastiglia di teflon; la camera d’espansione, che ospita della membrana, funziona anche da taratura. Il secondo stadio, come già detto, è servoassistito. L’aria proveniente dal primo stadio passa attraverso una valvola espandibile ed un condotto che termina con una servovalvola, non trovando sfogo (nel momento in cui il sub non respira) l’aria riempie tutto il condotto ed espande la valvola, la quale andrà ad occludere dei fori collegati alla stessa scatola del secondo stadio, quindi direttamente al boccaglio. Quando il sub compie l’atto inspiratorio creerà una variazione della pressione all’interno della scatola, il sistema sbilanciato consentirà alla valvola di collassare e quindi aprire il condotto che porta aria al subacqueo. Questo sistema consente di muovere masse d’aria notevoli (1.500 litri al minuto) con uno sforzo minimo d’apertura da parte del subacqueo a qualsiasi profondità.[/quote]

http://www.frogkick.dk/manuals/poseidon/1999/jeten.pdf
Notare che il disegno superiore è in aspirazione e quello inferiore in espirazione.

Very Happy
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Attrezzatura:L'erogatore Empty
MessaggioTitolo: Re: Attrezzatura:L'erogatore   Attrezzatura:L'erogatore Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Attrezzatura:L'erogatore
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Metapia Deep Water eXplorers  :: Articoli & Test Attrezzatura :: Parliamo Di Erogatori-
Vai verso: